un Visita nel cuore della roccia

la forza della Natura al centro del Parco

L’Acquedotto del Vivo attinge acqua dalle tre sorgenti dell’Amiata: Ermicciolo, Ente e Burlana, collocate nella zona di Vivo d’Orcia. 
Nel 1895 il Comune di Siena progettò l’acquedotto destinato a risolvere la mancanza di acqua di cui la città e il circondario avevano assoluto bisogno.
La sorgente dell’Ermicciolo, da dove partiva il progetto, aveva una portata di duecento litri al minuto – secondo. Nel 1928 cominciarono i lavori che si conclusero nel 1931; un lavoro enorme con uno sviluppo complessivo di condotte di 142.615 metri.

Ti portiamo a visitare la galleria dell’Acquedotto, un luogo unico dove la temperatura si mantiene costante a 6°C e dove l’acqua sgorga senza sosta, mantenendo questo processo vitale inalterato.

CHIEDI ORA una visita guidata delle Sorgenti dell’Ermicciolo